Main img

Danzaterapia

 

Con la consulenza di Elena Cerruto, danzaterapeuta a Milano, autrice del libro "A ritmo di cuore - La danza terapeutica" (Xenia Edizioni)

Muoversi a ritmo di musica, ma seguendo l'onda delle proprie emozioni, quelle più nascoste, per liberarle e ritrovare il proprio sè più profondo. E' questa la danzaterapia, una disciplina che partendo dall'analisi bioenergetica, quella che fonde corpo e mente, e dalla capacità della danza di agire positivamente su depressione e ansia, come sperimentato da grandi ballerine fra cui la mitica Isadora Duncan, è in grado, come ci spiega Elena Cerruto, direttrice del Centro Sarabanda di Milano - di sciogliere i nodi dolorosi del corpo, gli accumuli di stress, le emozioni trattenute. Conseguenza? La progressiva attenuazione di problemi a origine psicosomatica, dal mal di schiena a quello di stomaco e alla colite, dall'asma alla tachicardia. Non solo, il muoversi a piedi nudi migliora la postura. Le sedute sono di gruppo (da 10 a 15 persone), ognuna dura due ore e se ne frequenta una alla settimana. "La gioia della corporeità arriva subito o quasi, ma per avere benefici profondi l'ideale è un percorso lungo un anno o almeno sei mesi. E per molti questo cammino diventa una scelta di vita".
Occorre sapere ballare, oppure imparare a farlo? Assolutamente no. Il lavoro è libero, ci si può muovere in piedi, saltando, in terra, come si vuole. Il danzaterapeuta guida, dà il senso del ritmo, migliora il rapporto con la musica ma non costringe a nulla. Una seduta comincia con il riscaldamento a terra, poi viene introdotto un tema di movimento. Per esempio, l'immagine simbolo dell'albero è sviluppata con improvvisazioni. Vengono usati materiali (acqua, creta, carta, colori), che rappresentano i vari aspetti della personalità. Infine, si torna alla situazione di tranquillità e il conduttore promuove una rielaborazione di quello che si è fatto attraverso il disegno, oppure lìargilla da plasmare, o magari inventando delle fiabe.

Tre metodi
Maria Fux - Prende il nome dalla danzatrice argentina, allieva di Marta Graham. Il suo lavoro prevede l'integrazione di persone normodotate con altre portatrici di handicap, come audiolesi e non vedenti e tende a far scoprire la funzione del movimento spontaneo, magari partendo dall'ascolto del respiro o del battito cardiaco. Elena Cerruto ha aggiunto a questo metodo la pratica della meditazione zen, da fare all'inizio e alla fine della seduta, e la conoscenza dello shiatsu. Lo scopo? Raggiungere la consapevolezza dei propri limiti e delle proprie tensioni irrisolte.
Expression primitive - Ideato dal danzatore haitiano Herns Duplan, è un approccio antropologico che realizza un collegamento tra psicoanalisi e sciamanesimo. La parola primitive è riferita sia ai movimenti primordiali sia alle strutture psichiche che per prime si sviluppano nel bambino. Attraverso il ritmo e le pulsazioni dettati dal tamburo e ispirati alle danze tribali, il conduttore tra l'altro evoca le nenie e le filastrocche materne. E punta alla trance, effetto della ripetizione continua di movimenti e suoni. L'intenzione è quella di aprire completamente la porta dell'inconscio.
Danzaterapia come tecnica analitica - Claudia Macaluso e Silvia Zerbeloni nel libro "La danzaterapia" (Xenia) spiegano come, partendo dalla tecnica della "immaginazione attiva" (che utilizza l'arte) di Jung, alcuni terapeuti americani hanno sviluppato il concetto di "movimento autentico", quello spontaneo e strettamente legato alla persona, che si manifesta durante un momento di improvvisazione. Occorrono uno o più Mover, che a occhi chiusi si abbandonano nello spazio, e uno o più Witness, che osservano attentamente e poi verbalizzano l'esperienza. Si ottiene, tra l'altro, un potenziamento delle proprie capacità espressive, quindi creative e artistiche.

A chi rivolgersi
Milano
Istituto psicosomatico Riza, tel. 025845961.
Centro Risvegli A.S.P.R.U. (tel. 0258317883), ispirato a Maria Fux.
Il Balzo (tel. 0247710541), ispirato all'Expression primitive.
Centro Sarabanda (tel. 0289404056). Maria Fux con integrazioni orientali.

Bologna
Art Therapy italiana (tel. 051226043), ispirata alla tecnica analitica.

Cagliari
Centro studi Danza Animazione Arte Terapia (tel. 070650349).

Roma
Scuola quadriennale di psicoterapie espressive e artiterapie (tel. 062024897).

Siti Internet
www.informadanza.com/danzaterapia/ - Sito molto completo e denso di informazioni teoriche e pratiche.
www.superballo.it/danzaterapia/danzaterapia.htm - Anche a questo indirizzo una mappa piuttosto completa della danzaterapia.
www.movimentocreativo.it/it/flash/movcre.html
 - Presentazione di un metodo particolare con una colonna sonora che vi invita a ballare.