fbpx

Main img

I personaggi principali

 

TOKUJIRO NAMIKOSHI (1905 -)

 

Namikoshi, appassionato e ricercatore dello Shiatsu, oltre a recuperare le tradizioni della pratica, riconosce valide buona parte delle tecniche occidentali che inserirà nel suo Shiatsu. Sviluppa quindi la sua pratica di digitopressione seguendo alcuni punti che non considererà come linee dei meridiani o tsubo. Nemmeno dal punto di vista energetico dà molta importanza allo yin ed allo yang. talvolta fino al punto di ignorarli. Lo Shiatsu di Namikoshi attinge alla conoscenza occidentale dell'anatomia, della fisiologia e della neurologia e si concentra sulla cura dei disturbi attraverso il massaggio di aree specifiche del corpo, molte delle quali corrispondono ai punti trigger (questi hanno molto in comune con i punti di stimolazione dell'agopuntura, ognuno di essi si trova vicino ai punti dell'agopuntura tradizionale).

L'operatore Shiatsu di Namikoshi opera seguendo le indicazioni che il medico dà dopo una diagnosi. E' stato Namikoshi a ottenere il riconoscimento ufficiale dello Shiatsu in Giappone e poi a portarlo fino in America.

Nel 1925 apre il primo Istituto di SHIATSUTERAPIA, e lo stesso fondatore codifica l'insegnamento dello Shiatsu di Namikoshi. L'istituto ha sede sull'isola di Okaido, nella parte nord del Giappone.

Nel 1933 Namikoshi sbarca a Tokyo e apre il primo CENTRO SHIATSU, dove insegna e pratica insieme ad altri compagni, ricercatori e studenti.

Nel 1940 apre il JAPAN SHIATSU INSTITUTE sempre nella città di TOKIO e da qui lo Shiatsu Namikoshi viene diffuso in tutto il Giappone e successivamente nel mondo occidentale.

 

 

 

SHIZUTO MASUNAGA (1925-1991)

 

Masunaga, studente di filosofia e psicologia, nello stesso tempo studia Shiatsu e nel 1949, ormai laureato, invece che professare le materie della sua laurea va a praticare lo Shiatsu al Namikoshi e ci resta per almeno 10 anni

Nel 1959 diventa direttore dell'Istituto JAPAN di Namikoshi e prende l'incarico di psicologia clinica all'accademia di Namikoshi.

Nel 1960 Masunaga fonda un'associazione chiamata IOKAI in cui la pratica Shiatsu è basata sui principi del buddismo zen.

Nel 1968 Masunaga si stacca dalla scuola di Namikoshi e apre l'ISTITUTO DI RICERCA IOKAI insieme con due centri terapie in Tokyo. Nello stesso tempo diventa membro dell'Associazione di medicina orientale e psicologia. Si avvia quindi a differenziarsi dallo stile di Namikoshi preferendo lo stile della M.T.C.. Si accorge che molti percorsi di Namikoshi già ne facevano parte e approfondisce gli studi fino a creare una nuova mappa dove i meridiani sono presi in seria considerazione insieme all'aspetto energetico e spirituale (1970). Individua anche una serie di meridiani aggiuntivi rispetto a quelli della rete dell'agopuntura, si appropria anche della teoria dei cinque elementi e utilizza una teoria sull'equilibrio energetico nota come "kyo-jitsu".

Da quel momento, Masunaga si sposta in tutto il mondo per diffondere la sua pratica.

Nel 1980 gli viene riconosciuto il titolo di consigliere della Società di Medicina Orientale Giapponese.