fbpx

Main img

 

Metodo Bates

 

Con la consulenza del dottor Giorgio Ferrario, laureato in scienze motorie, operatore visivo del metodo Bates a Milano

New York, inizio del secolo scorso. Una sera, William Horatio Bates, oftalmologo, era molto stanco dopo una serie di visite. Per rilassarsi, si tolse gli occhiali e posò la testa fra le mani, coprendosi gli occhi. Rimase così per una decina di minuti. Il silenzio e l'oscurità lo fecero sentire meglio, ma quando riaprì gli occhi scoprì che i colori e gli oggetti del suo ambulatorio gli apparivano più chiari e definiti. Da questo episodio, nacquero gli studi che avrebbero portato al metodo Bates, secondo cui la gente doveva essere incoraggiata "a gettare via gli occhiali e vedere con i propri occhi". Non si tratta di una terapia secondo i canoni della medicina, ma una serie di tecniche che puntano a rilassare i muscoli e tutte le strutture impegnate nella visione. Secondo Bates la risposta a miopia, presbiopia, astigmatismo, ipermetropia, ma anche a glaucoma e cataratta, è quella di favorire il rilassamento visivo con esercizi specifici. Seguendo tre punti principali:

 

1) Movimento, il sistema visivo sano è dotato di un occhio che si muove naturalmente e in continuazione; cercare di bloccare o limitare questo movimento crea lo strain, condizione di tensione mentale causata dallo sforzo di vedere;

2) Rilassamento, totale assenza di tensione durante le fasi dinamiche del vedere, non solo nei momenti di riposo;

3) Centralizzazione, la funzione visiva è migliore quando gli occhi sono in grado, muovendosi e rimanendo rilassati, di percepire la massima nitidezza possibile nella parte centrale della retina.

Dal terapeuta
Il metodo Bates si può apprendere in gruppo oppure attraverso consulenze individuali. Un corso di gruppo in un intero fine settimana costa 180 euro circa, in genere i partecipanti non sono più di 10, altrimenti l'operatore visivo non può seguire bene i singoli problemi: non tutti i partecipanti hanno lo stesso disturbo. Altri corsi si svolgono a cadenza settimanale o anche mensile e bimestrale. Se volete essere seguiti in modo molto mirato potete ricorrere alle consulenze individuali: il programma base si svolge in 8-10 sedute, ciascuna dura un'ora abbondante e costa fra i 40 e i 70 euro. Poi potrete svolgere gli esercizi, anche quelli più complessi, a casa ed eventualmente tornare di tanto in tanto per un controllo.

Esercizi base
Alcuni esercizi del metodo Bates sono validi per tutti i tipi di disturbi della visione, hanno anche un valore di prevenzione per chi ha la vista in buone condizioni e possono essere fatti ovunque, a casa come sul posto di lavoro. Rilassare i muscoli degli occhi in ogni caso aiuta a lavorare meglio e vivere con serenità.

 

  • Palming - Sedetevi rilassati davanti a un tavolo. Chiudete gli occhi e appoggiate i gomiti su un cuscino. Tenete la testa in linea con il collo che deve essere dritto. Senza toccarli coprite gli occhi con le mani a coppa. Da ripetere due volte al giorno per dieci minuti.
  • Focus - Tenete una matita in ciascuna mano davanti agli occhi a 7-8 cm di distanza dal viso. Mettetene a fuoco una con gli entrambi gli occhi, sbattete le palpebre, poi mettete a fuoco l'altra. Da ripetere più volte.
  • Blinking - Sbattete le palpebre una o due volte ogni dieci secondi, per lubrificare gli occhi. Da fare molte volte in una giornata affinchè gli occhi non restino mai asciutti. Particolarmente indicato a chi lavora molto tempo al computer.
  • Shifting - Evitate di fissare gli oggetti, ma spostate lo sguardo da un punto all'altro. Gli occhi saranno più rilassati, percependo il movimento apparente degli stessi oggetti.
  • Swinging - Per rilassare gli occhi, in piedi, con le gambe divaricate, dondolatevi con scioltezza da un lato all'altro, mentre lo sguardo segue il movimento del corpo.
  • Splashing - Al risveglio, spruzzatevi gli occhi chiusi per venti volte con acqua calda e poi per altre venti con acqua fredda. Fatelo anche prima di coricarvi, ma a sequenza invertita. Migliora la circolazione nella zona degli occhi.


Due ondeggiamenti
Qualunque esercizio del metodo Bates si voglia fare è necessario essere rilassati. Cosa non sempre facile da ottenere. Per questo sono utili due esercizi.
Ondeggiamento dell'elefante
Dritti, con piedi paralleli e divaricati, spostate il peso del corpo da un piede all'altro, seguendo lo stesso movimento ondulatorio tipico degli elefanti. Mentre vi dondolate, voltate anche la testa e le spalle. Tenete le braccia abbandonate lungo i fianchi e le spalle morbide, sollevandole e dondolandole lievemente mentre vi girate da un lato all'altro. Contate ad alta voce ritmicamente: è un modo per non trattenere il respiro. Fra sessanta e cento avrete raggiunto un completo rilassamento.
Ondeggiamento del marinaio
Dritti e divaricando i piedi di 30 cm, intrecciate mollemente le mani e sollevate le braccia verso il viso in una linea parallela alle spalle, in modo da poter vedere al di sopra. Poi spostate il peso sul piede destro e spingete il naso il più lontano possibile verso il gomito destro. Quindi fate scorrere il viso sulle braccia tese verso il gomito sinistro, spostando il peso del corpo sul piede sinistro. Ripetete il movimento ritmicamente. I vostri occhi saranno indotti a rilassarsi e lo sguardo non sarà più fisso, ma ci saranno 70 movimenti al secondo.

Le integrazioni
Lo sviluppo delle tecniche olistiche, la loro diffusione e il loro sviluppo anche da un punto di vista scientifico hanno indotto molti educatori del metodo Bates a integrare le loro tecniche con diverse discipline che, pur non avendo come fine principale il miglioramento della vista, a volte riescono a determinarlo o favorirlo come effetto secondario.
Metodo Fiorella Rustici - Allevia la tensione mentale e rende duraturi i risultati del metodo Bates, cui è propedeutico.
Metodo Mìzières - Facilita la presa di coscienza del proprio corpo e la capacità di rilassarlo, soprattutto nelle parti contratte.
Yoga e Tai Chi - Inducono il rilassamento generale e la circolazione energetica.
Bioenergetica - Favorisce la percezione delle singole parti del corpo.
Shiatsu - Facilita la circolazione energetica in tutto il corpo e quindi lo pone nelle condizioni migliori per un'equilibrata funzione visiva.

A chi rivolgersi
L'AIEV (Associazione Italiana per l'Educazione Visiva) che tra l'altro forma i nuovi operatori visivi del metodo Bates con un corso di tre anni, è raggiungibile per ogni informazione ai numeri 0233910487 - 0558249091 - 0765608283 - 010317084. Altre notizie utili si possono trovare, tra gli altri, sul sito internet 
www.energeticadellavista.it oppure anche agli indirizzi www.metodobates.it ewww.visionebenessere.it, dove ci sono anche i recapiti di molti operatori visivi su tutto il territorio nazionale.