fbpx

Main img

 

Feng Shui

 

Siete impiegate e vi hanno sistemato in una scrivania con la porta alle spalle? Siete una libera professionista e nel vostro studio avete scelto la vostra stanza "direzionale" a Est? Secondo le regole del Feng Shui è sbagliato. Di cosa si tratta? E' un insieme di conoscenze applicate all'analisi delle componenti ambientali che ospitano le persone. Originario della Cina, è nato come strumento per l'accrescimento dell'energia vitale e del benessere anche economico e quindi molto adatto a essere utilizzato nei luoghi di lavoro?, spiega Teresa Moccagatta, esperta di Feng Shui a Genova e autrice delle pagine sull'argomento nel sito internet www.managerzen.it/feng_shui.
Letteralmente Feng Shui significa "vento e acqua". Al centro delle applicazioni ci sono i cinque elementi: Legno, Terra, Fuoco, Metallo e Acqua (ciascuno ne genera un altro ed è controllato a sua volta da un terzo), attraverso i quali si esprime ogni cosa (persone, materiali, forme, azioni, stagioni eccetera). Come si applica? "Facciamo un esempio", dice la Moccagatta. "All'Est corrisponde l'elemento Legno, energia della crescita e dello sviluppo, ma soggiogato dal Metallo che rappresenta le funzioni legate al profitto. A Est, quindi è meglio collocare la mensa o la biblioteca, o la macchina del caffè, o ancora il vano d'ingresso o di consultazione di materiale per i clienti?. Ovest e Nord-Ovest sono esposizioni interessanti. "Sè, quelle governate appunto dal Metallo: è la zona in cui disporre l'ufficio dell'amministratore delegato o del direttore generale. E anche della titolare di uno studio?. Altre indicazioni? Il Sud è legato al Fuoco ed è ok per attività movimentate come l'ufficio comunicazione, che prevedono incontri all'esterno. Nord-Est e Sud-Ovest sono abbinati all'elemento Terra (stabilità, solidità), ideale per ospitare sale di riunione o di rappresentanza. Il Nord si riferisce all'Acqua, apportatrice di ricchezza e benessere: una zona efficace per ogni tipo di lavoro.

Come "difendersi" dai colleghi
Andare d'accordo in ufficio non è sempre facile. "Gli ambienti dove si rilevano più spesso conflitti e tensioni sono gli open space", dice Teresa Moccagatta. E' una conseguenza della disposizione casuale delle postazioni e del fatto che alcuni posti sono più svantaggiati. Focale è l'identificazione della cosiddetta "posizione di comando". Le altre, che non godano degli stessi privilegi (vedi disegno), provocano la creazione di gerarchie che, se in conflitto con i ruoli, danno luogo a sentimenti negativi tra colleghi?. E' sbagliato che in una stessa stanza solo una persona possa vedere tutte le altre; è avvilente e persecutorio guardare verso il muro, avendo alle spalle gli altri. E' Se non è possibile spostarsi, il Feng Shui aiuta a personalizzare lo spazio di ciascuno, rendendolo meno vulnerabile. Può bastare cambiare la poltrona, aggiungere un colore o un oggetto simbolico, un cristallo o una pianta. Può servire anche un punto luce, difficile da realizzare però in un open space?.

La scrivania
La scrivania va sistemata in modo che la persona abbia una buona Tartaruga, ovvero abbia alle spalle un muro o una struttura che protegge. La superficie è idealmente divisa secondo un ottagono simbolico, chiamato Ba-Gu': Carriera (davanti a chi è seduto), Conoscenza (a sinistra), Relazioni sociali (a destra) e poi Figli, Matrimonio, Fama, Ricchezza, Famiglia d'origine. In questo modo si crea un'interazione tra gli oggetti, sparsi nelle otto zone, e chi li possiede, una specie di riequilibrio armonico (riassunto nella nona parte, quella centrale) che favorisce la concentrazione.

L'orientamento geografico della scrivania nella stanza dipende dalla posizione della nuca scelta da chi ci lavora. Nuca a nord: concentrazione; a nord-est: coerenza e forza di volontà; est: creatività; sud-est: abbassamento delle tensioni; sud: rivitalizzazione dell'ambiente; sud-ovest: sogno e aspetto femminile; ovest: pubblicità, politica e potere sociale. In ogni caso è importante la posizione della porta che deve essere sempre perfettamente visibile a chi è seduto. Anche la finestra, che non dovrà mai essere alle spalle, sarà visibile. è preferibile che la luce esterna (e anche quella artificiale) arrivi dalla parte opposta rispetto alla mano che scrive.

Una pianta, come anche una lampada, stanno benissimo nella zona della Ricchezza (interiore ed esteriore), in alto a sinistra. Possono servire ad alimentarla perchè fonti di energia. Attenzione, però, la prima non può essere nè un cactus nè a foglie lanceolate: il feng shui raccomanda sempre che nella scrivania non ci siano oggetti rotti, in disuso, sporchi oppure appuntiti come le piante in questione. L'ordine è ritenuto una qualità importante.

Il telefono e il computer stanno subito a destra, nella zona delle Relazioni sociali. Questo vale sempre per il telefono, che collega con il mondo esterno, mentre è ok per il secondo quando è usato soprattutto per internet ed e-mail. Il manager, che spesso preferisce il portatile, può anche sistemarlo davanti a sè (zona della Carriera). Nel caso che il pc sia posto su un tavolo supplementare, va comunque evitato che la persona dia le spalle alla porta o guardi verso un muro.

Il logo della società o un elemento prezioso di arredamento trovano la loro collocazione ideale nell'ambito della Fama (zona delle considerazione e stima che gli altri hanno verso di noi). Sono posti, quindi, di fronte a chi è seduto, perchè considerati rappresentazione del successo. Il loro valore simbolico è accresciuto da questa sistemazione. Ciò vale per tutti i supporti legati all'affermazione dell'azienda o della persona.

La zona migliore per porre la foto della moglie (o del marito), comunque del partner in generale, è naturalmente quella del Matrimonio, in alto a destra. Inconsapevolmente, infatti, si distribuiscono sulla scrivania oggetti evocativi di valori e affetti, quasi si ritenessero utili a svolgere una funzione di protezione durante le ore di lavoro. Può capitare anche che foto, ritenute più "intime", finiscano nel cassetto quando si incontra qualcuno con cui non si vuole intrattenere un rapporto confidenziale.

Nella parte centrale di sinistra, quella della Famiglia d'origine, vanno posti i documenti da archiviare, sempre presenti, interessanti e a portata di mano anche se appartengono al passato. è come avere una "storia" delle evoluzioni pregresse. Sempre qui viene consigliata la sistemazione di pratiche riguardanti eventuali debiti, così non possono crescere di valore.

In basso a sinistra si trova l'ambito della Conoscenza, sicuramente fondamentale per chi lavora. è il posto giusto per tenere a portata di mano libri da leggere o documentazione da approfondire. In casi particolari, cioè quando viene usato per ricerca e studio e in un certo senso equivale ai libri, il computer può essere sistemato qui anzichè nella zona delle Relazioni sociali.

Progetti in corso, idee nuove da sviluppare: la loro collocazione migliore è nell'ambito dei Figli, zona centrale di destra, idealmente dedicata a un futuro in crescita, cui si tiene molto. Se poi ci sono anche i figli reali, qui (al confine con il Matrimonio) può essere collocata la loro fotografia.

Le misure più propizie per una scrivania sono basate su un'unità di 43 centimetri, che viene divisa in otto parti più una centrale (il cosiddetto Ba Gu', sistema d'analisi del Fen Shui, applicabile anche a un appartamento, una città, una stanza), di cui la prima, la quarta, la quinta e l'ottava sono considerate più favorevoli. In base a questo criterio la scrivania ideale dovrebbe avere una larghezza tra 145 e 156 cm, mentre profondità e altezza dovrebbero essere tra 80 e 90 cm.
Questo lo schema del Ba Gu':
4 -- 9 -- 2
3 -- 5 -- 7
8 -- 1 -- 6